L’orchestra La Filharmonie, con i suoi oltre quaranta elementi selezionati dal direttore Nima Keshavarzi, è il cuore pulsante, la prima ragion d’essere dell’Associazione, che attorno a essa si è formata per farle da controparte istituzionale.

L’entusiasmo e la giovane età dei musicisti, tutti al di sotto dei trentacinque anni, si unisce a un profilo professionale già prestigioso, che vanta esperienze con alcuni dei più importanti gruppi cameristici e orchestrali nazionali e internazionali, tra cui il Maggio Musicale Fiorentino, l’ORT, il Teatro Carlo Felice di Genova, la RNCM Symphony Orchestra di Manchester, La Camerata Strumentale di Prato, l’Orchestra Filharmonica di Torino, l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e l’Orchestra Giovanile Italiana.

L’offerta che l’orchestra si propone di portare avanti associa al più tradizionale repertorio classico-romantico un profondo interesse per la musica antica e per le produzioni più recenti.

La Filharmonie affronta flessibilmente la musica sinfonica e cameristica, il teatro musicale, la musica applicata e le nuove forme espressive.

Dopo appena due anni di attività, e conclusa la prima stagione l’Orchestra la Filharmonie è stata riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali tra i complessi orchestrali nazionali idonei per ottenere il contributo del Fondo Unico per lo Spettacolo. La Filharmonie è, inoltre, vincitrice del concorso Smart&Coop 2018 sostenuto dalla Fondazione CR Firenze e Legacoop Toscana, progetto che mira a promuovere la creazione di imprese culturali cooperative.

Il Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (FI) è la sede principale delle Stagioni concertistiche. 

La Filharmonie, in questo modo, diventa un importante punto di riferimento per la promozione della cultura musicale sul territorio della Città Metropolitana di Firenze, in particolare quella della Piana Fiorentina dove attualmente è carente di una programmazione organica.

I nostri Prossimi Eventi!!

14 Apr

ore 16.30

Venite a Teatro a scoprire la coproduzione tra Filharmonie. Nuovo BallettO di ToscanA!
Il 14 Aprile va in scena “Ma merenderei l’oyè” di Maurice Ravel. L’orchetra si esibirà assieme al NBdT, diretto da Cristina Bozzolini, con coreografia di Davide Bombana e costumi di Santi Riciari.

Verranno eseguiti anche Le spectre de la rose, La capire e La mort d’Ophèlie di Hector Berlioz.

Antonia Fino voce solita, coro Animae Voce, Sesto in Canto, Mulieris, diretti da Edoardo Materassi.

Non mancate, vi aspettiamo!

Se non ti vuoi perdere i nostri eventi ed i nostri aggiornamenti, inquadra il QR con la fotocamera del tuo smartphone ed iscriviti alla pagina Facebook, oppure cliccaci sopra o metti mi piace!

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close